Questa é la storia di un fiume che voleva andare al mare … …..

Siamo in vacanza e si sa le vacanze servono per rigenerarsi, in una specie di riposo vegetativo dell’essere umano, un po’ come fanno le piante nella stagione invernale.

Uso le vacanze estive per passeggiare e spesso mi ritrovo a scoprire luoghi in cui evidenti difficoltà di sopravvivenza non impediscono a particolari specie vegetali di crescere rigogliose.

Così oggi ho incontrato questa specie palustre di Carex acutiformis, vivere rigogliosa in un torrente a pochi metri dal mare.

Ogni volta che l’alta marea sopraggiunge, l’acqua salata si mischia all’acqua dolce. Ma questa specie ha saputo adattarsi alla vita e così si ritrova persino a crescere nella sabbia pura della spiaggia.

Così mentre pensavo che la vita non é certo facile é arrivata una voce che diceva pressappoco così :“Vuoi mettere la soddisfazione di guardarsi il mare ogni mattina!!!”, rispose il Carex al monaco ottuso …

Intanto il tempo si fa brutto, la gente esce dall’acqua e si posa triste sulle sdraio, mentre dal mare arrivano le uniche voci di due bambini, che urlano felici per l’arrivo del mare mosso e dei suoi cavalloni.

E ancora una volta il monaco ottuso impara un’altra lezione dallo Zen.

 

マシモ